Enel Green Power: la più grande industria eco sostenibile italiana. Cos’è e cosa fa

Le energie rinnovabili rappresentano il 34% delle totali in Europa, con aumento in Italia di circa il 12% nell’ultimo anno. Un investimento per il futuro, non solo dal lato economico ma anche da quello ambientale, grazie anche alla crescente sensibilizzazione verso problemi come esaurimento delle risorse o surriscaldamento globale.

Realtà italiana, Enel Green Power è una delle più importanti società italiane a fornire energia elettrica da fonti naturali, operando in 28 paesi con più di 1.200 impianti. Dal 2008 concentra le attività Enel verso soluzioni ecosostenibili, alla portata di tutti e completamente decarbonizzate. Cos’è e cosa fa Enel Green Power?

Cos’è Enel Green Power e di cosa si occupa?

Fondata il 1 dicembre 2008, Enel Green Power S.p.A. è una società del Gruppo Enel che nasce con l’obiettivo di concentrare le sue attività nella produzione d’energia elettrica da fonti rinnovabili. Detiene le attività inerenti al rinnovabile di Enel Produzione S.p.A. e delle società estere di Enel Investment Holding (tra tutte la spagnola Endesa, acquisita a giugno 2009).

Suoi principali punti di forza sono:

  • Crescita sostenibile, riducendo emissioni di CO2 e impatto ambientale generale, verso nuovi record d’efficienza
  • Digitalizzazione, con sistemi di sicurezza e automatismi per prevenzione, manutenzione e monitoraggio
  • Stoccaggio integrato, con innovative soluzioni d’immagazzinamento energetico che valutino al meglio ogni singola prestazione

E’ tra i membri fondatori dell’associazione RES4MED (Renewable Energy Solutions for the Mediterranean and beyond), nata nel 2012 per promuovere l’utilizzo di energie rinnovabili nel Mediterraneo, nonché mezzi e infrastrutture per il trasporto. Inoltre, contribuisce a ricerca e sviluppo di tecnologie solari termodinamiche e a concentrazione assieme a ENEA (Ente per Nuove tecnologie, Energia e Ambiente). Numerosi progetti sono sviluppati anche con la società norvegese Norfund.

Con oltre 7.000 dipendenti in tutto il mondo, ha un fatturato di 7,73 miliardi di euro, con utile netto di circa 3,3 miliardi.

Enel Green Power cosa fa l'industria che sta aiutando ENEL a crescere
Enel Green Power cosa fa l’industria che sta aiutando ENEL a crescere

Quali energie produce Enel Green Power e dove?

Con presenza in 28 paesi e oltre 1.200 impianti nel mondo e capacità globale di circa 47,2 GW, la generazione energetica di Enel Green Power è 100% ecosostenibile, comprendendo le principali fonti naturali:

Le maggiori aree geografiche di produzione sono:

  • Europa, con 22,6 GW, di cui
    • 17,2 in idroelettrico
    • 4,1 in eolico
    • 0,8 in geotermico
    • 0,5 in solare
    • 0,1 in biomasse
  • Centro e Sudamerica, con 14,3 GW, di cui
    • 10,6 in idroelettrico
    • 1,9 in eolico
    • 1,8 in solare
    • 0,04 in geotermico
  • Nord America, con 9 GW, di cui
    • 6,8 in eolico
    • 2,0 in solare
    • 0,1 in idroelettrico
    • 0,1 in geotermico
  • Africa, con 0,9 GW, di cui
    • 0,5 in eolico
    • 0,4 in solare
  • Oceania, con 0,3 GW in energia solare
  • Asia, con 0,2 GW in energia eolica

Si nota quindi una strategia di crescita aziendale altamente sostenibile e diversificata, non solo sul lato tecnologico ma anche geografico, contribuendo allo sviluppo socio-economico dei territori in cui Enel Green Power è presente, specialmente in nazioni come Etiopia, Kenya, Zambia, Indonesia o Guatemala.

Enel Green Power in Italia e all’estero

Sin dai primi anni 2010, Enel Green Power contribuisce al primato nazionale nella produzione d’energia geotermica (con una quota di circa 6 TW, secondo il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Geologi l’Italia è al primo posto in Europa e sesto al mondo per capacità installata): solo in Toscana, i 36 impianti della Centrale di Larderello soddisfano oltre il 30% del fabbisogno regionale grazie ad una produzione di circa 776,2 MW.

Numerosi sviluppi hanno riguardato poi il solare, con la realizzazione della Centrale termodinamica Archimede, una struttura in provincia di Siracusa, Sicilia, che garantisce potenza per circa 5 MW: sulla base degli studi del Premio Nobel Carlo Rubbia, l’obiettivo primario è l’incremento dell’efficienza degli impianti solari rispetto ad altre fonti rinnovabili. Sempre in Sicilia, a Catania, si trova l’impianto 3SUN, dal 2015 proprietà di Enel Green Power impegnato nella produzione di pannelli a film sottile e bifacciali.

Sul fronte eolico è attiva dal 2002, sotto Enel e in via sperimentale, con la prima centrale italiana ad Alta Nurra, provincia di Sassari, Sardegna, parco dal valore di 6 milioni di euro. La drastica riduzione dei costi nel tempo ha portato l’energia eolica di Enel Green Power ad essere circa il 30% del suo totale, con oltre 260 impianti.

All’estero, invece, vanta la creazione del primo impianto ibrido d’energia rinnovabile, che unisce le caratteristiche del geotermico a quelle del solare fotovoltaico e termico. Realizzata nel 2001 e riqualificata alle fonti rinnovabili nel 2009, la Stillwater GeoSolar Hybrid Plant si trova in Nevada, Stati Uniti, producendo circa 61 MW d’energia naturale, di cui 33 da geotermico, 26 da fotovoltaico e 2 da termico.

Come investire in Enel Green Power?

Dopo scissione non-proporzionale, dal 1 aprile 2016 le azioni Enel Green Power non sono più disponibili, poichè confluite nel titolo Enel sia a Piazza Affari che sulla Borsa di Madrid. Emettendo 763,3 milioni di nuove azioni (dal valore 0,486 per ogni azione Enel Green Power), Enel S.p.A aumenta il suo capitale sociale a 10,1 miliardi di euro rispetto ai precedenti 9,4, acquisendo di conseguenza anche quello di Enel Green Power.

Quotato a Piazza Affari nel FTSE MIB, l’8 marzo il titolo Enel si attestava a 7,89 euro per azione, confermando un trend positivo dal medesimo periodo 2020 in cui registra +11% su base annuale e +5,6% semestrale.

Enel Green Power è affidabile?

Il modello di business di Enel Green Power è il Creating Shared Value: integrare la sostenibilità nei processi produttivi, definendo gli ambiti d’intervento in linea con gli obiettivi creando opportunità per azienda, comunità e ambiente. Tale modello è applicato alla vendita d’energia rinnovabile a clienti commerciali e industriali, creando partnership con grandi realtà come Google, Facebook e Adobe attraverso gli AAEE (Accordi Acquisto Energia Elettrica).

A conti fatti, sulla base di tali informazioni e in uno scenario economico incerto, ma sempre più orientato verso soluzioni ecosostenibili in grado di ridurre spese ed effetti negativi, Enel Green Power si mostra come una realtà estremamente affidabile, operativa in tutto il mondo e capace di competere perfettamente in un settore innovativo, per alcuni versi ancora sconosciuto, ma che rappresenta il futuro del pianeta.

Oggi Enel Green Power – confluita ormai in ENEL – è uno dei più importanti player italiani – insieme ad ENI – di energia pulita in Italia.

Come investire in aziende italiane di energia rinnovabile

L'Economia dalla parte dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *